Giornata di pratica Mindfulness in collina

Giornata di pratica Mindfulness 14 luglio 2019 Dove: Via Doccia 1082, Roncofreddo FC Istruttore: Dott Stefano Zucchi, psicologo psicoterapeutaProgramma: 9-12 Meditazione in movimento e statica 12:30 “I cibi del benessere” presentazione di Martina, biologa nutrizionista 13 Pranzo Mindful Eating 14:30-17 Meditazioni varie (Montagna, Body Scan, Metta, ecc) 17:30 Aperitivo 18 Conclusione e saluti Pranzo: buffet…

Percorso Mindfulness primavera 2019

E’ in partenza il nuovo corso di Mindfulness a Rimini! La Mindfulness viene descritta come “la consapevolezza che emerge dal prestare attenzione di proposito, nel momento presente e in maniera non giudicante, allo scorrere dell’esperienza, momento dopo momento” (Kabat-zinn, 2003). Lo sviluppo di tale consapevolezza permette una crescente comprensione e una graduale riduzione dei propri…

Fiocco Lilla 2019

Serata di sensibilizzazione sul tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare   Un tema così importante che colpisce così tante persone, e così poche occasioni per parlarne e confrontarsi. Venerdì 15 marzo è la giornata nazionale dei Disturbi Alimentari, una opportunità per stringersi attorno a chi soffre, per sensibilizzare e prevenire la diffusione di questo problema,…

Percorso Mindfulness

Al via le iscrizioni al nuovo percorso di Mindfulness MBCT, che si rivolge sia a persone con una precedente esperienza di meditazione che a persone che si interessano alla meditazione e alla mindfulness per la prima volta. Gli obiettivi del corso: – Sviluppare la capacità di vivere più pienamente il momento presente, invece che perdersi…

Incontro Mindfulness Stefano Zucchi Rimini

Incontro di Mindfulness

La nostra vita frenetica ci porta generalmente a perdere l’abitudine a praticare con regolarità, così come a dimenticarci di prenderci cura di noi stessi. Questi incontri servono proprio per aiutarci in questa comune difficoltà, per darci una occasione, sostenerci nella pratica, con il sostegno dei compagni. L’incontro è aperto anche a chi vuole conoscere da…

mindful or mind-full?

Mindfulness Rimini

Percorso di Mindfulness

Protocollo MBCT – Seconda Edizione

 

Albeggia e nasce

soltanto il giorno

che accogliamo da svegli

Thoreau

mindful or mind-full?

E’ un percorso per imparare a coltivare la capacità di stare in pieno contatto con l’esperienza del “qui e ora”, per non smarrirsi nel continuo rimuginio mentale che ci allontana dal presente, e che è alla base di tanta sofferenza psicologica. La ricerca scientifica ha ampiamente validato l’efficacia di questo protocollo (MBCT), che è particolarmente utile per chi soffre di ansia o depressione, o semplicemente per chi è vittima dei propri schemi e automatismi mentali.

Mindfulness è un termine che indica la capacità di prestare attenzione, intenzionalmente, alla propria esperienza del momento presente in modo aperto, non giudicante e disponibile ad accogliere le cose così come sono. Si tratta di un’attitudine che si può coltivare con la pratica e un allenamento costante. Il corso ha proprio l’obiettivo di insegnare ai partecipanti a coltivare la mindfulness, attraverso esercizi individuali e di gruppo, pratiche meditative e momenti di confronto.

La Mindfulness non è una semplice tecnica, ma un allenamento alla consapevolezza, una via per scoprire un nuovo modo di essere: ha lo scopo di insegnare ad apprezzare pienamente la vita, qualsiasi cosa accada, mettendo in stand-by la mente analitica, per vivere semplicemente il momento presente e scoprire la ricchezza che vi risiede.

Come è strutturato

Il programma consiste di 8 sessioni di gruppo a cadenza settimanale della durata di 2 ore circa, più un sabato o domenica  “intensivo” (dalle  10 alle 17) e una serie di esercizi guidati quotidiani da svolgere a casa tra una sessione e l’altra, che richiedono l’impegno di circa 45 minuti al giorno.

Le otto sessioni settimanali si svolgono: tutti i mercoledì dal 10 ottobre fino al 28 novembre 2018, dalle ore 20.30 alle 22.30. La giornata intensiva si terrà sabato 17 novembre (da confermare), dalle ore 10 alle 17.

Serata di presentazione del corso, facoltativa e gratuita: mercoledì 3 ottobre ore 21.

Il costo per la partecipazione all’intero percorso (complessivamente 23 ore) è di 250 euro, con ricevuta sanitaria che si può scaricare, e comprende anche il materiale audio e le dispense cartacee.

Il percorso è aperto sia a coloro che hanno già avuto una precedente esperienza di meditazione, sia a tutte le persone che si interessano alla meditazione per la prima volta. Si consiglia di indossare abiti comodi e caldi, come una tuta. E’ molto importante partecipare a tutte le sessioni per l’efficacia del percorso.

Sede del corso: Centro Yoga Chandrasurya, via de Giovanni 3, Rimini (RN) – Istruttore: dott. Stefano Zucchi

Info: 3393200648

studi-cognitivi

L’uso del biofeedback per il dolore cronico in psicoterapia cognitiva

studi-cognitiviCorso ECM – Workshop

13-14/09/2014 – Modena – Presso Scuola di Specializzazione in Psicoterapia “Studi Cognitiva”

L’uso del biofeedback per il dolore cronico in terapia cognitiva

PROGRAMMA

Prima giornata

Mattino

  • Il Dolore Cronico
  • Approccio psicologico al dolore cronico:
    • Fisiologia e meccanismi di modulazione del dolore cronico
    • Sensibilizzazione centrale al dolore, allodinia e iperalgesia
    • Terapia cognitivo-comportamentale
    • Mindfulness, Acceptance and Commitment Therapy
    • Psicofisiologia clinica e Biofeedback

Pomeriggio

  • Il Biofeedback
  • Il Profilo psicofisiologico da Stress
  • Il Training della Temperatura cutanea
  • Cenni su Neurofeedback EEG ed emoencefalografico (HEG)
    • Introduzione, ambiti di intervento, efficacia clinica e meccanismi d’azione
    • Presentazione dello strumento e dei sensori
    • Struttura della seduta e del training
    • Prova pratica ed analisi dei risultati
    • Casi clinici esemplificativi
    • Prova pratica in gruppo

Seconda giornata

Mattino

  • Cefalee
    • Le cefalee primarie
    • Fattori psicologici e cefalea
    • Credenze relate al dolore, Catastrofizzazione: la terapia cognitiva.
    • Iperuso di analgesici e cefalea
    • Prova pratica: il Training Elettromiografico (EMG)
  • Assessment e protocolli di intervento biofeedback nelle cefalee primarie
  • Caso clinico cefalea

Pomeriggio

  • Stress
  • Il biofeedback nella gestione di stress e stati d’ansia:
    • Fisiologia dello stress cronico e Carico Allostatico
    • Sistema Nervoso Autonomo, la Teoria Polivagale di S. Porges
    • Stress, emozioni e dolore cronico
    • Training della Conduttanza Cutanea
    • Respirazione diaframmatica e Fisiologia della respirazione
  • Prova pratica: la modulazione degli stati di attivazione
  • La variabilità cardiaca (HRV) come indicatore di balance autonomico
    • Cos’è e come si misura
    • Prova pratica: determinare la frequenza di risonanza
    • Training HRV

occhi

Terapia EMDR

occhiL’EMDR (acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è una tecnica innovativa che sta rivoluzionando la psicoterapia negli ultimi 30 anni. Si basa sulla scoperta che alcuni tipi di stimolazione alternata destro/sinistra permettono di affrontare disturbi psicologici collegati a eventi di vita emotivamente stressanti o traumatici. Lutti, traumi relazionali, incidenti, violenze, abusi, esperienze di vita particolarmente difficili possono essere elaborate e risolte con un trattamento relativamente veloce e di efficacia provata dagli studi scientifici.

 

Come funziona l’EMDR?

E’ un trattamento standardizzato di tipo psicoterapeutico, non invasivo e privo di effetti collaterali, che prevede diversi passaggi, tra cui quello che più lo distingue è chiamato Desensibilizzazione. In pratica il paziente viene aiutato a tornare mentalmente sulla memoria traumatica (nei suoi vari aspetti visivi, emotivi, cognitivi e somatici) e nel frattempo viene stimolato bilateralmente in modo visivo (seguire con gli occhi il movimento destra/sinistra delle dita del terapeuta, o seguire le luci di una barra luminosa) o tattile (la pressione alternata delle dita del terapeuta sulle mani destra/sinistra del paziente) o uditivo. La stimolazione bilaterale riattiva il processo cerebrale innato di elaborazione delle memorie (AIP), che si era bloccato per via della drammaticità dell’evento originario o per altri motivi.

Per una spiegazione più approfondita del metodo consulta il sito dell’Associazione EMDR Italia.

Qui puoi trovare video divulgativi sulla tecnica EMDR e sul ruolo dei traumi nella salute mentale.

L’EMDR cancella i ricordi negativi?

L’EMDR non cancella i ricordi dolorosi, ma toglie la loro carica emotiva negativa, in modo che non siano più disturbanti, e che possano integrarsi al resto dei ricordi in modo adattivo. Così facendo, questi ricordi traumatici smettono di condizionarci in modo esplicito o inconscio, e possiamo tornare a vivere nel presente, facendo tesoro delle esperienze del passato. L’esperienza traumatica viene poi conservata in memoria in modo da non contenere aspetti e cognizioni negative per il sé (ad esempio senso di colpa ecc).

L’EMDR è efficace?

L’EMDR è stato inizialmente studiato come trattamento per il Disturbo da Stress Post Traumatico, e per questo ha avuto tantissime prove di efficacia e riconoscimenti ed è considerato come metodo Evidence Based (cioè che ha avuto il pieno e completo sostegno della ricerca scientifica). Molte società e organizzazioni internazionali lo considerano come trattamento elettivo per i traumi e i disturbi associati:  American Psychological Association, American Psychiatric Association, International Society for Traumatic Stress Studies, il Ministero della salute e infine l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Inoltre l’EMDR viene usato da migliaia di terapeuti in tutto il mondo come metodo di intervento per problematiche psicologiche al di là dei disturbi traumatici in senso stretto, e molte ricerche hanno dato prove di efficacia in questo senso. Infatti questo metodo agisce non solo sui traumi maggiori, ma anche sui traumi relazionali e sulle esperienze negative dell’età evolutiva, che sono spesso alla base di tante problematiche psicologiche dell’età adulta. La risoluzione di tali memorie traumatiche si riflette in un progressivo miglioramento sui sintomi del presente.

Per avere una lista degli articoli scientifici sull’efficacia dell’EMDR clicca qui, o anche qui o qui.

Letture di approfondimento

“EMDR revolution. Cambiare la propria vita un ricordo alla volta. Una guida per i pazienti” di Tal Croitoru

“Lasciare il passato nel passato. Tecniche di auto-aiuto nell’EMDR”, 2013 di Francine Shapiro